ADDIO KARL: Il mondo della moda in lutto per la scomparsa di Karl Lagerfeld

karl-lagerfeld-tributo-red-della-moda-addio-2019

È morto Karl Lagerfeld poche ore fa a Parigi. Il mondo della moda è in lutto per la scomparsa del re dell’alta moda, direttore creativo di Chanel e Fendi e proprietario del marchio che porta il suo nome. 

Kaiser Kar veniva chiamato, lo stilista e fotografo tedesco è stato amato ed apprezzato per la sua creatività in tutto il mondo. Non ha mai cercato le simpatie del pubblico ma è sempre stato apprezzato e ammirato per la sua genialità. 

Ricordo ancora la prima sfilata di Chanel che assistii nel settembre 2011 ero piu’ emozionata che al primo giorno di scuola o della recita di fine anno. Quando ho varcato la gigantesca porta del Grand Palais mi tremavano le gambe, il cuore batteva a mille. Ad allora non ero ancora una blogger conosciuta e famosa dunque non avevo un posto assegnato trai i vip e grandi giornalisti della moda. Ho cercato un posticino dove sedermi in mezzo alla folla, ancora non credevo ai miei occhi di essere li, di assistere ad una sfilata di Chanel disegnata dal grane direttore artistico Karl Lagerfeld. Il genio aveva trasformato il Grand Palais in un gigantesco fondale marino con coralli, conchiglie sabbia bianca. Quando alla fine della sfilata è uscito Karl seguito da tutte le modelle dalla bocca di una balena bianca c’è stato uno boato di applausi. Il mio cuore pulsava a mille, non pensavo che una sfilata potesse trasmettere e creare cosi tante emozioni, ma solo Karl Lagerfeld riusciva a farlo in quel modo; non per altro è stato considerato il Re della moda.

Dopo la sfilata mi sono avvicinata a Karl circondato da decine e decine di giornalisti e fotografi, ho aspettato un paio d’ore fino a quando era piu tranquillo per potermi avvicinare, salutarlo e congratularmi con lui per la splendida sfilata. Sono riuscita a fare una foto di sfuggita prima che i suoi PR e Agenti lo riportassero in backstage. Non riesco a trovare altre parole per descrivere quel momento, Karl trasmetteva la sua energia in maniera straordinaria.

Con il passare degli anni e delle stagioni ho avuto la grande opportunità di assistere ad altre sue sfilate, ognuna unica nel suo genere. La stagione successiva per l’autunno inverno 2012-2013 ha trasformato il Grand Palais in un peasaggio lunare con dei giganteschi cristalli illuminati la stagione successiva per l’estate 2013 ha proposto una passerella con dei mulini a vento con motore meccanico e giravano veramente, pazzesco. L’anno successivo ricordo un gigantesco mappamondo con delle luci e bandierine in tutti punti vendita chanel nel modo. Questa scenografia devo dire mi ha ispirata molto per il mio blog e new community page (cfr. @vfashionworldcommunity

Per la primvaera estate 2014 ha proposto una contemprary art gallery in stile Miami Art Basel street show. Appese alle parete c’erano delle opere, quadri, strutture metalliche, robot… una vera e propria Chanel Art Gallery. 

Nell’autunno Inverno 2017 – 2018 Karl ha sorpreso tutti con la creazione di una navicella spaziale che a letteralmente preso il volo. Guardate alcune scene in questo video!

La scorsa estate invece a trasformato il Grand Palais in una spiaggia dei tropici con sabbia bianca e onde del mare dove le modella camminavano a piedi nudi sulla spiaggia. 

Durante questa occasione ho avuto modo di intervistare la Vice Presidente di Mercury Group alla quale ho chiesto cosa pensava del futuro della moda e chi secondo lei avrebbe potuto prendere il posto di Karl, a questa domanda le è venuto un blocco alla gola e delle lacrime agli occhi dicendo che nessuno potrà mai rimpiazzare Karl. Questa parte dell’intervista non l’ho lasciata poiché ho voluto focalizzarmi sul rapporto filantropico della moda e su come e cosa si puo ‘ fare per sensibilizzare le aziende e il consumatore ed essere piu socio ed eco-responsabile ed allo stesso tempo piu sensibile a progetti umanitari per aitare il prossimo. 

In questo articolo ho parlato molto delle sfilate di Chanel, per cercare di trasmettere la creatività e genialità del suo direttore creativo: Karl Lagerfeld

Addio Karl, rimarrai per sempre nei nostri cuori, nella mente e nei magnifici capi d’abbigliamento che hai creato in tutti questi anni.

Il tuo nome e il tuo stile rimarrà immortale. Il tuo passaggio in questa vita è stato d’esempio e d’ispirazione per molti. Nessuno potrà mai sostituirti ma solo continuare il percorso che avevi iniziato. Questa è la fine di un nuovo inizio.

Valentina Nessi

I miei ricordi in questi video

Welcome to my world, my fashion world, hope you enjoy my adventures in life and in fashion.

Leave a Reply
Your email address will not be published. *