SHUGA PALACE LUGANO BOUTIQUE RAZZISTA!

dolce-gabbana-shuga-palace-lugano

La boutique Shuga Palace di Lugano è razzista!

Dopo lo scandalo provocato da Stefano Gabbana, Creative Director del marchio italiano Dolce Gabbana, migliaia o forse milioni di Cinesi si sono infuriati dopo aver ricevuto offese considerate razziste da parte del designer. (leggi cosa è successo in questo post: DG The Great Show Cancellato). In Cina, ma non solo, ci sono stati casi di vandalismo, dove hanno distrutto vetrine e negozi di Dolce Gabbana. I department store cinesi e asiatici hanno buttato via tutta la merce DG e altri negozi online come Net-a-porter ha tolto Dolce Gabbana dalle vendite Online.

Un crollo economico per il brand italiano, questa vicenda li porterà alla rovina se non al fallimento.

In un Tea Shop a Milano hanno scritto sulla vetrina: Se sei vestito Dolce & Gabbana non puoi entrare”. Questo è solo l’inizio.

La boutique Shuga Palace di Lugano potrebbe essere considerata razzista se non elimina l’abbigliamento Dolce & Gabbana che mostra nella vetrina, o meglio nelle due vetrine del negozio.

La reputazione del Brand è ormai rovinata. E’ tempo di dare spazio a nuovi talenti e brand eco sostenibili attenti all’utilizzo di materiali non dannosi per l’ambienti e alle condizioni di lavoro e benessere dei lavoratori. @valentinanessicollection ad esempio: a conscious fashion  collection, quando la moda incontra la filantropia.

 

Ritornando al discorso sul razzismo, scoprite il nuovo challenge di protesta contro Dolce Gabbana in questo post: DG The Great Challenge

Condividete le vostre stories su Instagram.

shuga-palace-lugano-boutique-razzista

Welcome to my world, my fashion world, hope you enjoy my adventures in life and in fashion.

Leave a Reply
Your email address will not be published. *