TUTTO SULLA 70ESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL CINEMA DI CANNES

Al via la settantesima edizione del Festival di Cannes: dieci giorni (dal 17 al 28 maggio) di cinema, ospiti internazionali, eventi e passerelle glamour.

Ecco tutto quello ce c’è da sapere sulla nuova edizione della kermesse.

 

70 anni di Festival, 70 anni di grande cinema
La prima notizia è proprio questa: non si tratta di un’edizione qualunque, il Festival di Cannes festeggia, infatti, ben 70 anni di vita.
La storia del Festival non è stata regolarissima, sopratutto all’inizio. La primissima edizione del festival era prevista per il settembre del 1939, ma l’entrata in guerra della Francia fece arenare l’iniziativa che fu poi ripresa solo nel 1946. Tenendo conto che problemi economici (e non solo) fecero saltare alcune edizioni del festival ecco che arriviamo a 70.
Tanti sono stati i momenti memorabili nella storia del Festival, a partire dall’immagine di una splendida BrigitteBardot che posa in bichini sulla spiaggia dell’Hotel Carlton, fino alla nostra meravigliosa Claudia Cardinale che, in occasione della presentazione del Gattopardo di Visconti, si esibì in una ormai mitica passeggiata sulla spiaggia con un al guinzaglio un leopardo (vero!). Proprio alla bellissima Claudia Cardinale è dedicato il poster di quest’anno: l’attrice danza su uno sfondo rosso fuoco. La Cardinale si è dichiarata onorata e felice di questa scelta, perché proprio quella foto (di cui non ricorda neppure chi fu a scattarla) rappresenta quello che per lei era ed è lo spirito più profondo del Festival.

Festival di Cannes 2017: i protagonisti della kermesse
Ma entriamo nel vivo della kermesse e il vivo, si sa, sono le molte star internazionali che animano il Festival (oltre ai film, naturalmente, su cui ci soffermeremo più avanti, con più calma).
Attrici e attori, ospiti e giurati hanno già fatto la loro comparsa sul redcarpet (e c’è già chi si spende in classifiche, promozioni e stroncature sui look prescelti). Ma sulle curiosità del più famoso red carpet francese torneremo più tardi.
Andiamo per gradi, invece, e cerchiamo a capire chi sono i protagonisti indiscussi di questa edizione.
Cominciamo in bellezza: la madrina del settantesimo Festival di Cannes è la nostra splendida Monica Bellucci che, durante il discorso inaugurale, ha esordito con un tango che si è concluso con un bacio mozzafiato al ballerino. La Bellucci nei suoi meravigliosi 52 anni, indossati con grazia indiscussa, ha dichiarato che il Festival francese è come una bella donna la cui bellezza non dipende dall’età ma dall’anima. E come darle torto? Ricordiamo che l’attrice ha sempre avuto un legame particolare con la Francia, anche grazie alla sua lunga relazione sentimentale con l’attore Vincent Cassel. Alla madrina spetta non solo il compito di aprire le danze, ma anche di chiudere il Festival, presenziando alla cerimonia finale di consegna dei premi.
Procediamo ora dando un’occhiata alla giuria, a cominciare dal Presidente Pedro Almodòvar.

La giuria del settantesimo Festival di Cannes, dal Presidente ai giurati
L’amicizia tra Almodòvar e il Festival di Cannes è di lunga data, molte sono state le edizioni in cui il regista ha partecipato con le su pellicole. Solo lo scorso hanno aveva presentato il suo ultimo lavoro Julieta. Inoltre, era già stato membro della giuria nel 1992 (in quell’occasione il Presidente era Gérard Depardieu). Almodòvar si è dichiarato particolarmente felice ed emozionato per il compito che gli organizzatori del Festival gli hanno assegnato e siamo certi che sarà un Presidente degnissimo.
Ma chi sono, invece, i giurati della settantesima edizione del settantesimo Festival di Cannes? Cominciamo dal nostro Paolo Sorrentino, probabilmente il regista italiano più internazionale del momento, con il suo Oscar come miglior film straniero per La Grande Bellezza, per poi proseguire con la regista tedesca Maren Ade (anche lei è stata vicinissima all’Oscar con il suo ultimo film), il grande Will Smith, il bravissimo regista coreano Park Chanwook, l’attrice e produttrice statunitense Jessica Chastain, l’attrice cinese Fan Bingbing e i francesi Gabriel Yared Agnès Jaoui. Insomma, da questa giuria di altissimo profilo ci aspettiamo grandi cose!

I veri protagonisti del festival di Cannes 2017: i film. Dal film di apertura a quelli in concorso per la Palma D’oro.
Il film di apertura della settantesima edizione della kermesse è Les Fantômes d’Ismaël (I fantasmi di Ismael) del regista francese Arnaud Desplechin. Il film, proiettato durante la prima giornata, presenta un cast di tutto rispetto, quasi tutto al femminile: Charlotte GainsbourgMarion CotillardMathieu Amalric, Louis Garrell, ma anche la brava attrice italiana Alba Rohrwacher.
Ricordiamo che lo scorso anno l’apertura era stata affiata al bel film di Woody AllenCafé Society (forse non tra i migliori del grande regista statunitense, ma stiamo parlando pur sempre di un Maestro).
Vediamo ora quali sono i film in concorso.
Cominciamo subito con una grande assente: l’Italia. Quest’anno nessun film italiano è stato selezionato per concorrere alla Palma d’Oro. Unica consolazione è la presenza del film Fortunata di Sergio Castellitto e di Après la guerre di Zambrano nella sezione Un certain regard. La Francia concorre invece con ben tre pellicole.
Ricordiamo, infatti, oltre alla Selezione Ufficiale (che è dedicata esclusivamente ai film in concorso per la Palma d’Oro come miglior film), il Festival è strutturato in diverse sezioni:
• Un certein regard: selezione di film fuori concorso che il direttore del festival decide di presentare durante la kermesse.
 Short Film corner: dedicata ai cortometraggi.
 Settimana Internazionale della critica: è la sezione in cui vengono presentati i film più sperimentali o di registi esordienti
• Quinzaine des Réalisateurs: dedicata alle opere di avanguardia (non necessariamente film)
• Cannes Classic: dedicata a classici restaurati.

Ma vediamo nel dettaglio tutti i film che partecipano alla Selezione Ufficiale e quelli che, invece, fanno parte delle sezioni fuori concorso:

Film in Concorso alla 70esima edizione del Festival di Cannes
• Happy End (Michael Haneke)
• L’amant double (François Ozon)
• The Beguiled (Sofia Coppola)
• The Meyerowitz Stories (Noah Baumbach)
• The Day After (Hong Sang-soo)
• Loveless (Andrey Zvyagintsev)
• You Were Never Really Here (Lynne Ramsay)
• Good Time (Benny Safdie e Josh Safdie)
• Rodin (Jacques Doillon)
• Jupiter’s Moon (Kornél Mandruczo)
• A Gentle Creature (Sergei Loznitsa)
• The Killing of a Sacred Deer (Yorgos Lanthimos)
• Radiance (Naomi Kawase)
• Wonderstruck (Todd Haynes)
• Le Redoutable (Michel Hazanavicius)
• In the Fade (Fatih Akin)
• Okja (Bong Joon-ho)
• 120 Battements Par Minute (Robin Campillo)

Film della sezione Un Certain Regard
• After the War (Annarita Zambrano)
• April’s Daughter (Michel Franco)
• Beauty and the Dogs (Kaouther Ben Hania)
• Before We Vanish (Kiyoshi Kurosawa)
• Closeness (Kantemir Balagov)
• The Desert Bride (Cecilia Atan & Valeria Pivato)
• Directions (Stephan Komandarev)
• Dregs (Mohammad Rasoulof)
• Jeune femme (Léonor Serraille)
• L’Atelier (Laurent Cantet)
• Fortunata (Sergio Castellitto)
• The Nature of Time (Karim Moussaoui)
• Out (Gyorgy Kristof)
• Western (Valeska Grisebach)
• Wind River (Taylor Sheridan)

Film della sezione Special Screenings
• Clair’s Camera (Hong Sang-soo)
• Demons in Paradise (Jude Ratman)
• Sea Sorrow (Vanessa Redgrave)
• Napalm (Claude Lanzmann)
• Promised Land (Eugene Jarecki)

Fuori concorso
• Les fantômes d’Ismaël (Arnaud Desplechin)
• Blade of the Immortal (Takashi Miike)
• Visages, Villages (Agnès Varda)
• How to Talk to Girls at Parties (John Cameron Mitchell)

Bene, non ci resta che attendere il vincitore della Palma d’Oro per il Miglior Film e, naturalmente, di tutti gli altri premi, come quello per la migliore attrice e il migliore attore, il Premio della Giuria, il Grand Prix Speciale della Giuria, la Palma d’Oro al miglior cortometraggio, il premio per la miglior opera prima, il premio speciale per la sezione Un Certain Regard
Nel frattempo, potremo goderci il gossip legato alle passerelle sul red carpet – vero e proprio simbolo del Festival –, ammirare la mise delle tante star, tra cui la sempre attesissima Nicole KidmanJulianne MooreCharlotte Gainsbourg, Elle FanningJasmine Trinca e, ovviamente, Monica Bellucci, oppure seguire la gran quantità di eventi che ruotano attorno alla kermesse.
Chi volesse prendere parte al Festival personalmente, deve fare i conti con la quasi impossibile impresa di procurarsi i biglietti (si tratta, in realtà, più che altro di inviti).
Un ultima curiosità: per la prima volta saranno in concorso film distribuiti esclusivamente in Netflix. La scelta sta già sollevando un polverone creando dissapori all’interno della giuria. Staremo a vedere… e, naturalmente, che vinca il migliore!

Leave a Reply
Your email address will not be published. *